torna alle opere

opera successiva
opera precedente



















































LMM-099
Bellino, Grange Cröset



prospetto finale [ 2000-10 ]



reperto originale [ 1999-07 ]



contesto [ 2000-10 ]


UBICAZIONE
provincia Cuneo (Italia).
comune Bellino.
indirizzo Grange Cröset.
edificio edificio privato.
collocazione sulla facciata.
latitudine 44 34 30 N.
longitudine 6 57 37 E.
correzione fuso + 32m 10s.

QUADRANTE
tipo quadrante solare piano verticale declinante orientale.
declinazione -42,8.
larghezza 95.
altezza 104.
da terra alla base 185.
gnomone stilo polare (35 cm).
demarcazioni linee orarie civili.
motto "SINE NUBE PLACE[T]" (latino, "Se non è nuvolo, va bene").
altre iscrizioni "A.G. AOUT 21 1821" (iniziali del committente, probabilmente Antonio Gallian, e data della realizzazione), esternamente "RIPRISTINO SOLARIA SNC 2000" e marchio nero BELLINO SOLARE "N5".
data originale 1821.
autore originale anonimo.
note sul quadrante codice BS: N5;
codice AQS: J14-5411;
si riscontrano elementi decorativi stilizzati simili nei quadranti E1, H3, D2 ed in quello della Confraternita di Casteldelfino; E1 e H3 sono anche datati 1821; il motto ha un errore grammaticale (PLACE invece di PLACET); A.G. è la sigla del committente, probabilmente Antonio Gallian; sussiste un forte adombramento intruso del balcone (d'estate subito dopo il mezzogiorno vero).

INTERVENTO
data intervento 2000-09.
committente Comune di Bellino.
tipo di intervento ripristino (pulitura, riquadratura, reintegrazione e consolidamento del supporto, reinstallazione dello gnomone, ripristino funzionale delle demarcazioni, ridefinizione pittorica della struttura sciografica, degli elementi decorativi e delle iscrizioni).
realizzazione pittura murale (silicati).
autori e collaboratori Lucio Maria Morra e Fabio Garnero.
note sull'intervento l’intervento è associato all’operazione complessiva denominata BELLINO SOLARE per il recupero e la rivalutazione dell’intero patrimonio gnomonico del Comune di Bellino (36 quadranti), eseguita da SOLARIA tra il 1999 ed il 2002;
le linee orarie erano piuttosto sbagliate (le prime del mattino anche di 1 ora); c'erano segni di indecisione e di correzione a calce delle demarcazioni; può essere che l'orologio sia stato ridemarcato posteriormente basandosi su uno gnomone ormai non più in assetto; sussiste un forte adombramento intruso del balcone (d'estate subito dopo il mezzogiorno vero).