torna alle opere

opera successiva
opera precedente



















































LMM-098
Bellino, Grange Cheiron Superiore



prospetto finale [ 2000-08 ]



reperto originale [ 1997-06 ]



contesto [ 2000-08 ]


UBICAZIONE
provincia Cuneo (Italia).
comune Bellino.
indirizzo Grange Cheiron Superiore.
edificio edificio privato.
collocazione sulla facciata principale.
latitudine 44 34 34 N.
longitudine 6 58 54 E.
correzione fuso + 32m 04s.

QUADRANTE
tipo quadrante solare piano verticale pressoché non declinante.
declinazione -0,8.
larghezza 72.
altezza 80.
da terra alla base 180.
gnomone stilo polare (35 cm).
demarcazioni linee orarie civili (mezzore).
motto "Je mèsure les minutes, Et Dieu tù persecute" (francese, "Io segno i minuti e Dio ti sorveglia").
altre iscrizioni "Le 19 Juin, 1883. B. Richard.", esternamente "RESTAURO SOLARIA SNC 2000" e marchio nero BELLINO SOLARE "N4".
data originale 1883.
autore originale Bernardo Richard.
note sul quadrante codice BS: N4;
codice AQS: J14-5211;
Bernardo Richard è autore di altri quadranti (H5 e F6); il triangolo colorato e frangiato al centro dell'orologio raffigura il tipico foulard detto "lou mouchet des fronges".

INTERVENTO
data intervento 2000-08.
committente Comune di Bellino.
tipo di intervento restauro (reintegrazioni, consolidamento e uniformazione del supporto, stuccatura delle crepe, riassetto dello gnomone, reintegrazione e fissaggio delle pitture).
realizzazione pittura murale (silicati).
autori e collaboratori Lucio Maria Morra e Fabio Garnero.
note sull'intervento l’intervento è associato all’operazione complessiva denominata BELLINO SOLARE per il recupero e la rivalutazione dell’intero patrimonio gnomonico del Comune di Bellino (36 quadranti), eseguita da SOLARIA tra il 1999 ed il 2002;
lo gnomone, in ferro forgiato con una punta a sferetta su una sorta di colletto, storto e fuori assetto, è stato correttamente ripristinato; le linee orarie più imprecise sono state ridefinite; alcuni elementi secondari disorganici sono stati rimossi: gli allineamenti a matita delle diciture, 4 scantonature incise ma non dipinte, la semicirconferenza superiore di un cerchio inciso al centro dell'orologio, il punto superiore dei due punti che seguivano la data 1883, due colature che scendevano dalle volute laterali della linea dell'orizzonte.