torna alle opere

opera successiva
opera precedente



















































LMM-062
Bellino, Borgata Chiazale 44-45



prospetto finale [ 2002-10 ]



reperto originale [ 1997-07 ]



contesto [ 2002-10 ]


UBICAZIONE
provincia Cuneo (Italia).
comune Bellino.
indirizzo Borgata Chiazale, n.44-45.
edificio edificio privato.
collocazione sulla facciata.
latitudine 44 34 36 N.
longitudine 6 59 56 E.
correzione fuso + 32m 00s.

QUADRANTE
tipo quadrante solare piano verticale declinante orientale.
declinazione -70,9.
larghezza 105.
altezza 124.
da terra alla base 280.
gnomone stilo polare (70 cm) con staffa di sostegno.
demarcazioni linee orarie civili.
motto "GUARDANDO L'ORA, O PASSEGGER, VOLGI ALLA MORTE IL PENSIER".
altre iscrizioni M.C." (iniziali del committente, probabilmente Martin Costanzo), "1900", esternamente "RIPRISTINO 1999 SOLARIA SNC" e marchio verde BELLINO SOLARE "H6
data originale 1900.
autore originale anonimo.
note sul quadrante codice BS: H6;
codice AQS: J14-4114;
sullo stesso edificio è presente un secondo impianto costituito da due quadranti geminati (H8 e H9), di poco anteriore; l’inserimento della figura di un galletto è abbastanza ricorrente nelle meridiane; nel Comune di Bellino lo si ritrova anche sul quadrante F6; la sigla M.C. indica il committente, Martin Costanzo.

INTERVENTO
data intervento 1999-08.
committente Comune di Bellino.
tipo di intervento ripristino (pulitura, consolidamento del supporto, stuccatura delle crepe e reintegrazioni del supporto, delle demarcazioni e delle pitture, reinstallazione dello gnomone).
realizzazione pittura murale (silicati).
autori e collaboratori Lucio Maria Morra e Fabio Garnero.
note sull'intervento l’intervento è associato all’operazione complessiva denominata BELLINO SOLARE per il recupero e la rivalutazione dell’intero patrimonio gnomonico del Comune di Bellino (36 quadranti), eseguita da SOLARIA tra il 1999 ed il 2002;
questo quadrante aveva sicuramente già subìto una ridipintura con la soppressione di alcuni elementi originali; al di sotto di questo è riemerso inoltre un secondo quadrante (H7) il cui frammento visibile è stato ripulito e conservato; sussistevano gravi problemi di stacco ed in fase d’opera sono state pertanto applicate molteplici iniezioni di resina consolidante; al posto dello gnomone era presente un esile tondino posticcio, poi riutilizzato come staffa del nuovo gnomone; considerata la struttura del quadrante, è stata ridemarcata la linea oraria dell'1 sicuramente presente in origine nella zona destra lasciata in seguito completamente vuota.